ricetta piadina

La Ricetta della Piadina

Le ricette della piadina sono davvero tante. Eccovi le migliori ricette per cucinare la piadina e farcirla con tante varianti, una più gustosa dell’altra.

La ricetta della piadina romagnola è stata inserita nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali dell’Emilia Romagna. Si tratta di un prodotto alimentare costituito da una sfoglia di farina di frumento, strutto o olio di oliva, sale e acqua, che viene cotta, come da tradizione, su un piatto di terracotta, detto teglia, anche se oggi la cottura avviene preferibilmente su piastre di metallo o su lastre di pietra refrattaria dette comunemente “testo” (test in dialetto).

La ricetta della piadina nel corso dei secoli ha indubbiamente subito qualche lieve trasformazione, e a volte l’introduzione di qualche nuovo prodotto ha contribuito a fare la differenza. E’ da ricordare, soprattutto, che all’inizio la ricetta non comprendeva la lievitazione, e infatti solo negli anni trenta si assiste al subentro di un pizzico di bicarbonato aggiunto all’impasto per gonfiarlo leggermente.

Ricetta piadina classica

Generalmente la preparazione della piadina classica romagnola avviene seguendo questo procedimento:

Ingredienti:

  • 1 Kg. di farina tipo “0”
  • 150 gr. di strutto
  • un pizzico di sale
  • acqua o latte quanto basta
  • una bustina di lievito oppure 4 gr. di bicarbonato

Preparazione:

Per la preparazione della piadina bisogna cominciare unendo tutti gli ingredienti con l’acqua o il latte fino ad ottenere un impasto piuttosto sodo. E’ molto importante non lavoralo eccessivamente perché potrebbero formarsi delle bolle durante la cottura. Dopo la lavorazione, fare riposare l’impasto per un’ora circa e coprirlo con un canovaccio pulito. Trascorso il tempo, formare dall’impasto delle pagnottelle che andranno distese con il mattarello, in modo da formare delle “piade” del diametro di circa 25-30 cm.

Stabilire lo spessore della piada è quello che contraddistingue la ricetta, ma per il gusto comune, che quindi piace a tutti, lo spessore ideale sarà di due o tre millimetri, ma va bene anche fino a cinque-sei. Per non fare attaccare l’impasto sul mattarello, strofinarlo con la farina piuttosto spesso, e la piada si allargherà senza fatica.

La piada va poi cotta su di una teglia in ghisa o in terracotta e a fuoco vivo, per appena qualche minuto. Durante la cottura compaiono delle bolle, da sforacchiare per farla cuocere internamente, e rigirare in fretta per poi metterla subito nel contenitore. La piadina è già pronta per essere consumata farcita o, se vi piace molto calda, è buonissima anche al posto del pane!

Varianti della ricetta della piadina

Esistono numerose varianti della ricetta della piadina, che soddisfano tanti gusti ed esigenze, rendendo questo prodotto alimentare molto versatile e ideale da farlo comparire sempre più spesso sulla tavola. Gustosissime sono le seguenti piadine da preparare seguendo questo procedimento:

Piadina Dolce

Ingredienti: 1 Kg. di farina, 400 gr. di zucchero, 200 gr. di burro, 6 uova intere, e aggiungere a piacere anice, limone o vaniglia.

Lavorare bene l’impasto, se risulta troppo duro mettere un poco di latte, se è troppo morbido mettere della farina. La sfoglia ideale per questo tipi di piadina deve essere di circa mezzo centimetro e va tagliata a spicchi prima di cuocerla.

Piadina dietetica

Ingredienti: 1 Kg. di farina, 100 gr. di crusca, 1/2 bicchiere di olio di semi, 4,5 dl. di latte, 1 cucchiaino di sale, 1 cucchiaino di bicarbonato.

Setacciare la farina con la crusca e disporla a fontana sul tagliere, aggiungere olio di semi e bicarbonato sciolto nel latte ed infine il sale. Impastare e fare delle piccole pagnotte per poter ricavare delle piadine simile a quelle classiche o magari più piccole.

Piadina Sfogliata

Ingredienti: 1 Kg. di farina, 4 uova, 1 cucchiaio di strutto, 1 bicchiere di vino bianco secco, 1 bicchiere d’acqua, 1 scorza di limone grattugiata, sale (quanto basta).

Lavorare l’impasto e lasciare riposare per circa mezz’ora. Tirare con il matterello una sfoglia lunga, ungerla con strutto, arrotolarla per il lungo e tagliarla a palline. Stendere le palline col matterello e cuocere le piade su una piastra unta d’olio.

Lascia il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *