passatelli romagnoli

Passatelli romagnoli

Scopriamo i passatelli romagnoli, una tradizione culinaria originalia della cucina romagnola che non tramonterà mai.

I passatelli romagnoli sono un piatto della tradizione romagnola e si preparano impastando uova, parmigiano e pangrattato, e poi viene cotto generalmente nel brodo di carne. La ricetta prende spunto dalla tradizione dei contadini che riutilizzavano gli avanzi per creare questo impasto fatto a mano e passato attraverso l’apposito ferro, oggi reperibile solo in Romagna. Questo attrezzo si chiama in dialetto fèr per i pasatèi, ed è dotato di fori di uscita con una larghezza varia, da 4 a 5 mm, per garantire forme sempre differenti ai passatelli. In mancanza di questo attrezzo, si può utilizzare il tritacarne oppure uno schiacciapatate a fori larghi, da cui poi fuoriusciranno gli spaghettoni da tagliare ad una lunghezza massima di 4 cm.

I passatelli sono stati riscoperti e rivisitati nel condimento con cui abbinarli: sono tanti gli chef che hanno inventato nuove varianti di questa pasta, mantenendo l’impasto a mano per offrire un prodotto davvero semplice ma molto genuino e gustoso. I passatelli sono perfetti per pranzi, cene ed eventi speciali, ideali per sorprendere gli altri commensali con un piatto dal sapore unico, diventato famoso nel mondo e in grado di riempire lo stomaco con gusto e semplicità.

Varianti dei passatelli romagnoli

I passatelli rispecchiano realmente la cucina povera ma buona, che non fa male alla salute e al tempo stesso è anche nutriente. Poter preparare un pranzo particolare spendendo davvero poco è possibile con i passatelli, e le numerose varianti di condimento consentono di degustarli asciutti, in brodo di carne, di pollo, di verdure, ma anche di pesce. Se si preferisce, dopo la cottura, si possono ripassare in padella con qualche verdurina, e mantecare con l’aggiunta di formaggio fresco.

Chi ama il sapore delle ricette tradizionali non può non innamorarsi dei passatelli romagnoli, e per chi vuole provarli a fare in casa ecco la ricetta.

Ingredienti: 150 Gr Parmigiano Grattugiato, 150 Gr Pangrattato, 3 Uova, Noce Moscata Q.B., Brodo Di Carne Q.B., Sale Q.B.

Preparazione: Mescolare in una terrina e le uova, il formaggio e il pangrattato, aggiungere il sale e un po’ di noce moscata grattugiata e amalgamare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. SE si preferisce, si può aggiungere all’impasto la scorza di limone. Fare riposare per circa 30 minuti e poi tagliare in pezzi e passare nel tritacarne con fori grandi. Lasciate cadere i passatelli direttamente nel brodo bollente e cuocere fino a quando riaffiorano in superficie.

Brodo di carne o pesce

Per tradizione il brodo dei passatelli è di carne, e la sua preparazione predilige solitamente carne di manzo, o cappone, ma da tempo sono d’uso molte ricette che prevedono l’utilizzo del brodo di pollo o di verdure, o addirittura mescolate assieme per aggiungere più sapore al condimento. Il brodo va cucinato molto prima della preparazione dei passatelli, in modo da ottenere un sapore più intenso. Nell’acqua si possono aggiungere spezie o aromi, che aggiungeranno un tocco diverso al brodo. Per quanto riguarda il brodo di pesce, si può preparare con vongole, gamberi, seppie o altri tipi di pesce come merluzzi o triglie e, a preferenza, si può aggiungere qualche pezzo di polpa di pesce nel piatto, pulita accuratamente.

Passatelli asciutti

I passatelli asciutti non sono altro che i passatelli cucinati in acqua con sale o con dado, poi scolati e conditi a piacere con pomodorini e olive, speck e taleggio, burro, acciughe e tartufo, pancetta, pinoli e rucola, asparagi, pecorino e pesto di menta, con cime di rapa e crema di parmigiano e in mille altri modi possibili e immaginabili. E’ anche possibile inventare ricette nuove a seconda degli ingredienti disponibili in cucina, certi di creare sempre un piatto gradito e gustoso.

Lascia il Tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *